I Vini Primo Santagata nascono nell’azienda agricola La Sagliutella che si estende per oltre venti ettari, nell’omonima località del comune di Alvignano. Su colline incastonate nella valle del Medio Volturno, ben esposte al sole e ventilate dai soffi del vicino massiccio del Matese.
L’azienda è attiva nel settore agricolo da tempo, e negli ultimi anni ha dato nuova vita ad una delle tradizioni familiari più antiche, la viticultura, piantando più di due ettari di vigneto; in un territorio nel quale la coltivazione dell’uva risale ai tempi dell’antica Cubulteria, città sannita su cui è sorta l’odierna Alvignano.
E principalmente la tradizionalità a caratterizzare la scelta dei vitigni. La tipologia d’uva principalmente coltivata è il Pallagrello. Un vitigno autoctono la cui storia si intreccia con quella dei Borbone, dal quale si produce l’omonimo vino nero e bianco. Altre scelte importanti sono state indirizzate verso il Barbera e il Primitivo. Vitigni antichi e pregiati che, grazie alle moderne tecniche di vinificazione praticate in azienda, danno vita a vini apprezzati che ben incarnano la passione, competenza e dedizione con cui vengono prodotti.
La Sagliutella ha dato vita, inoltre, ad un ambizioso progetto volto alla riscoperta di un antico vitigno autoctono presente nei terreni locali: un’uva tardiva a bacca bianca, quasi scomparsa e non molto conosciuta, chiamata anticamente ‘Ngannapastore’. L’azienda si è proposta di ottenere il riconoscimento di questo vitigno e la vinificazione e spumantizzazione delle sue uve creando un prodotto tipico e nel contempo unico per il territorio.